Travel trend:6 cose che gli operatori turistici dovrebbero fare

Travel trend: 6 cose che gli operatori turistici dovrebbero fare

Oggi chiunque decida di fare le valigie e intraprendere un viaggio che sia di lavoro o di piacere può farlo con pochi e semplici click.

Internet e i social network hanno rivoluzionato completamente le procedure di booking e sempre più spesso i visitatori decidono di prenotare le proprie vacanza e tutte le attività correlate in modo del tutto autonomo.
In questo panorama, in cui l\’ utente è sempre più informato e online 24 su 24, l’offerta turistica deve adeguarsi alle esigenze del nuovo viaggiatore riuscendo ad attirare la sua attenzione e a coinvolgerlo.
Se fino a qualche anno fa la presenza online di una destinazione si esauriva con la progettazione di un portale adeguat, negli ultimi tempi non si possono tralasciare gli spazi propri del Web 2.0, quali: forum, blog, applicazioni mobile, mappe interattive, che stanno cambiando profondamente il ruolo degli utenti sempre più attivi e protagonisti.

Il buon vecchio passaparola non trova più molto spazio nell\’era del turismo digitale, gli enti turistici e gli operatori del settore devono quindi essere bravi nel trasformare la rete e le innovazioni tecnologiche in opportunità per il proprio business. Adottando una corretta strategia digitale e utilizzando le nuove tecnologie, sarà possibile fidelizzare i clienti e acquisirne di nuovi, emergendo tra la folla della concorrenza.
In questo nuovo scenario ecco 6 cose che gli operatori turistici dovrebbe fare per cavalcare i travel trend al fine di essere competitivi e appetibili sul mercato.

1. SPECIALIZZARSI

Essere professionali e specializzati è fondamentale per qualsiasi tour operator. La prima domanda che un cliente si pone prima di prenotare è \”Perché scegliere un operatore e non fare tutto da soli?\”

Grazie ad internet i consumatori oggi hanno accesso a così tante informazioni di viaggio che quando cercano aiuto stanno cercando un vero esperto. Dimostrare di essere dei veri e propri specialisti è il primo passo da compiere per il successo.

2. OFFRIRE SOLUZIONI PERSONALIZZATE

I viaggiatori oggi desiderano particolari attenzioni, proprio per questo un operatore turistico per differenziarsi deve essere in grado di offrire soluzioni personalizzate che siano  in grado di rispondere a qualsiasi richiesta ed esigenza del cliente.

3. ESSERE PRESENTI ONLINE

Il sito web rappresenta una vetrina per tutti gli operatori del settore turistico, nell\’era digitale in cui viviamo è impensabile non averne uno.

Un buon sito web necessita di quattro cose fondamentali: un design accattivante, dei contenuti interessanti e soprattutto deve essere usabile e responsive ossia in grado di adattarsi ai dispositivi mobile.

4. MOBILE FIRST

Addio vecchie brochure e cartellonistica oggi la parola d\’ordine è mobile!

In tutte le strategie digitali il mobile deve giocare un ruolo centrale. I clienti utilizzano internet da smartphone per effettuare ricerche legate al mondo travel e la maggior parte delle vendite nel settore avvengono via dispositivi mobili, inoltre una volta giunti a destinazione il 52% dei turisti scaricano e consultano almeno un\’applicazione in grado di fornire informazioni utili sulle cose da visitare, i posti dove mangiare, le attività da fare sul posto.

5. UTILIZZARE I SOCIAL

Aprire le porte ai social media consente agli addetti ai lavori del settore turistico di trarre notevoli benefici per il proprio business.

Tra tutti Facebook è sicuramente quello più utilizzato, proprio per questo ogni azienda dovrebbe creare una propria pagina e dopo aver fatto un\’attenta analisi del target di riferimento, sviluppare una strategia mirata, in grado di coinvolgere i propri fan e attirare potenziali clienti.  Non da meno Instagram e Pinterest i social dedicati alla fotografia, in cui attraverso le immagini è possibile raccontare le destinazioni ed emozionare gli utenti.

6. USER GENERATED CONTENT

L\’asta per scattare i selfie e l\’hastag del momento non mancano quasi mai nelle valigie dei turisti digitali.

Ogni giorno gli utenti generano e condividono migliaia di contenuti: una foto su Instagram, una recensione sui portali dedicati, la condivisione di un post su Facebook.

Allora perché non monitorare e utilizzare tutto il materiale da loro generato e condiviso sul web per utilizzarlo a proprio vantaggio?
Il turista 2.0 ama partecipare e non ha alcun problema a dire la sua e a raccontare la sua esperienza di viaggio sul web, documentando il tutto con immagini e video della sua vacanza, contenuti che diventeranno il punto di partenza per le ricerche online di altri viaggiatori nella loro fase di informazione prima della partenza.
Dunque una mossa vincente per aumentare la visibilità di una struttura ricettiva, di una destinazione o di qualsiasi business del settore turistico, può essere quella di spingere gli utenti a creare contenuti.

Come? Creando dei contest, lanciando un hastag ufficiale. Il nostro contest \”Calabria, bella come un film” è un\’ esempio di come si possa promuovere un territorio dal basso attraverso i contenuti generati dai turisti e dagli abitanti del luogo.
Anche tu lavori nel settore turistico e vuoi dare maggiore visibilità al tuo business?

Contattaci per scoprire come possiamo aiutarti!

Rimani aggiornato sulle nostre novità

Iscriviti alla nostra newsletter

Cliccando su “Iscriviti”, dichiari di aver compiuto 16 anni, di aver letto l’Informativa sulla privacy e di dare il consenso al trattamento dei dati personali.